Bando concorso a Dirigente scolastico, puoi accedervi? Scopri i requisiti

WhatsApp
Telegram

Il regolamento del concorso per diventare dirigenti scolastici è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Adesso, cresce l’attesa per il bando di concorso con le date di presentazione della domanda. Sappiamo già quali sono i requisiti di accesso. Scoprilo con noi.

Requisiti partecipazione

I requisiti richiesti per la partecipazione al concorso Dirigenti Scolastici sono i seguenti:

  • appartenere al personale docente delle istituzioni scolastiche statali ovvero al personale educativo delle istituzioni educative statali;
  • essere assunto con contratto a tempo indeterminato nelle istituzioni scolastiche ed educative statali;
  • essere stato confermato in ruolo (quindi con anno di prova superato);
  • essere in possesso di una delle seguenti lauree:
    • laurea magistrale;
    • laurea specialistica;
    • diploma di laurea conseguito secondo gli ordinamenti didattici previgenti al DM n. 509/1999;
    • diploma accademico di II livello rilasciato dalle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica;
    • diploma accademico di vecchio ordinamento congiunto con diploma di istituto secondario superiore.
  • aver svolto 5 anni di servizio
  • essere in possesso dei requisiti generali per l’accesso all’impiego nelle pubbliche amministrazioni.

Da evidenziare che i titoli di studio conseguiti all’estero sono considerati validi per l’ammissione al concorso se dichiarati equipollenti o equivalenti a titoli universitari italiani secondo la normativa vigente.

I titoli di accesso devono essere posseduti entro la data di scadenza di presentazione della domanda di partecipazione, che al momento non conosciamo ancora.

Per quanto riguarda i cinque anni di servizio richiesti bisogna precisare che:

  • il servizio può essere stato svolto a tempo sia indeterminato che determinato;
  • in caso di servizio svolto a tempo determinato, lo stesso si intende prestato per un anno intero se ha avuto la durata di almeno 180 giorni o se sia stato prestato ininterrottamente dal primo febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale;
  • il servizio di ruolo si considera valido soltanto se effettivamente prestato, con esclusione dei periodi di retrodatazione giuridica;
  • il servizio è valido solo se prestato nelle scuole statali (no paritarie).

N.B. Ai fini dell’ammissione al concorso, si considera valido soltanto il servizio di ruolo effettivamente prestato con esclusione dei periodi di retrodatazione giuridica, restando fermo quanto previsto al comma 3 circa la validità del servizio prestato anche prima della stipula del contratto a tempo indeterminato.

Preparati al corso con noi

Concorso per dirigenti scolastici, corso di 285 ore di lezione e migliaia di quiz per la preselettiva

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Webinar Eurosofia di presentazione il 26 luglio ore 17.00