Bandi concorsi scuola, Azzolina: dopo parere CSPI valuteremo eventuali modifiche. Ma non daremo in anticipo domande e risposte

di redazione
ipsef

item-thumbnail

All’indomani dell’annuncio dello sciopero del 6 marzo da parte di FCLGIl, CISL, UIL, SNALS e GILDA la Ministra Azzolina ribadisce alcuni concetti. Apertura a qualche modifica al bando dopo il parere del CSPI, ma no a domande e risposte in anticipo. 

Ieri l’appello della Viceministra Ascani

Ascani ad Azzolina: “Necessario riconvocare tavolo con sindacati”

oggi la Ministra delinea l’iter dei bandi di concorso.

In 4 settimane abbiamo preparato i bandi per i concorsi fermi da un anno afferma Azzolina in una intervista al Messaggero –  Ora i bandi sono già al vaglio del Consiglio superiore della pubblica istruzione e, quando ne leggeremo il parere, valuteremo se apportare le eventuali modifiche richieste. Poi usciranno in Gazzetta

No domande e risposte in anticipo

Ma sulla richiesta da parte dei sindacati della batteria dei test per affrontare la prova scritta, unica prova del concorso straordinario secondaria, da superare con almeno 7/10, la  Ministra è decisa

Non possiamo dare in anticipo le domande e le risposte dell’unica prova che sarà fatta. La banca dati si fornisce per la prova pre-selettiva ma non è questo il caso

Sciopero per l’intera giornata del 6 marzo: precari, facenti funzione Dsga, Ata. Ecco perché

I concorsi attesi sono tre

I CORSI DI PREPARAZIONE DI ORIZZONTE SCUOLA FORMAZIONE

Concorso straordinario secondaria

Concorso ordinario secondaria

Concorso infanzia e primaria

Versione stampabile
Argomenti: