Banchi a rotelle gettati via a Venezia, Vanin (M5S): “Erano i dirigenti scolastici a scegliere e ordinare gli arredi. Presenterò interrogazione parlamentare”

WhatsApp
Telegram

“Sulla vicenda dei banchi a rotelle mandati al macero dal liceo Benedetti di Venezia si sta facendo polemica strumentale. Ho chiamato la dirigente scolastica dell’istituto che ha dichiarato che questi banchi non sono mai stati richiesti. Eppure le procedure per tutte le scuole italiane erano e sono molto precise: attraverso moduli online i dirigenti scolastici hanno potuto ordinare direttamente gli arredi, decidendo la tipologia dei banchi e la loro quantità. Quindi la scelta era a totale discrezione del dirigente scolastico e del consiglio d’istituto”.

Lo comunica in una nota Orietta Vanin (M5S), componente della Commissione istruzione e cultura del Senato.

Inoltre questi nuovi arredi hanno una precisa procedura di smaltimento per permettere il recupero delle risorse e dei materiali di cui sono composti. Fatta questa premessa, registriamo per l’ennesima volta quanto siano del tutto strumentali le accuse verso il M5S e l’ex ministra dell’istruzione Lucia Azzolina. L’obiettivo, ormai sin troppo chiaro, è svilire e svalutare il lavoro fatto in un momento di estrema emergenza e difficoltà“, prosegue la pentastellata.

Segnalo inoltre che proprio associazioni attive nel Comune di Venezia avevano reso nota la disponibilità a riutilizzare arredi. Circostanza che fa ulteriormente capire la pretestuosità della suddetta polemica. Sto comunque preparando un’interrogazione parlamentare per chiedere al ministro dell’istruzione un chiarimento su eventuali sprechi verificatisi in questi giorni a Venezia“, conclude la senatrice del M5S.

Liceo butta i banchi a rotelle, Azzolina: “Vicenda nota, non ho più la voglia di rispondere”. Sasso: “Simbolo di una stagione che non c’è più”

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO