Bambino con sindrome ADHD, tutti i compagni vogliono cambiare classe

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Un bambino con disturbo del deficit dell’attenzione e dell’iperattività (sindrome Adhd), rientrando nella sua scuola a Bari, ha scoperto che tutti i compagni di classe o meglio i genitori degli stessi avevano chiesto il nulla osta per cambiare classe o scuola, a causa dello stesso.

La richiesta dei nulla osta, come scrive Scuola24, è stata giustificata con il timore che il bambino iperattivo potesse far male ai compagni e rallentare il processo di apprendimento.

Al momento, sono in corso delle interlocuzioni tra il dirigente scolastico e la famiglia per conoscere le intenzioni della medesima riguardo alla permanenza o meno del bambino in quella classe e in quella scuola.

La mamma del bambino ha affermato che suo figlio ha diritto al sostegno che però comincerà nel prossimo mese.

Sulla vicenda è intervenuta anche la dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Bari, Giuseppina Lotito, che ha così dichiarato:

Le risorse professionali sono state date in tempo, dal primo giorno  e ne è stata data una aggiuntiva il 18 ottobre. Risorse per far sì che in tutte le 40 ore in cui il bambino è a scuola abbia un adulto che lo supporti. Noi curiamo 6.200 alunni diversamente abili. La criticità va risolta, è il nostro mestiere“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione