Bambini violenti con gli insegnanti, simbolicamente sindaco chiude la scuola per un giorno per chiedere più risorse

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il sindaco di un piccolo comune della Loira, con un gesto simbolico, ha chiuso per un giorno un’intera scuola. Un gesto che è servito ad attirare l’attenzione sulla problematica.

Insegnanti e studenti di quella scuola hanno subito per due anni violenze da parte di due alunni con disturbi del comportamento. Seguiti a tempo pieno dagli insegnanti di sostegno, rendono comunque difficile il lavoro degli insegnanti e quello degli altri compagni.

“Sono bambini che necessitano di un’assistenza speciale, e con un carattere estremamente complicato”, ha spiegato Yves Bornard, rappresentante locale di Snuipp-Fsu, il sindacato nazionale degli insegnanti.

Delphine Tournus, assessore all’istruzione ha spiegato “Abbiamo bisogno che il ministero garantisca alla scuola maggiori risorse per preparare i docenti a gestire questi casi“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione