Bambini vaccinati in quarantena dalla scuola per 4-6 settimane, potrebbero contagiare i non vaccinati

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Si tratta di una proposta di legge regionale che è stata presentata dal Movimento 5 Stelle nel Lazio. Scopo, “superamento della pratica vaccinale coercitiva”, “personalizzazione della pratica vaccinale”.

Informare sui rischi

Inoltre, la legge si pone quale obiettivo quello di fornire alle famiglie ogni informazione utile al consenso informato, incluse quelle che “dimostrano la correlazione causale tra vaccini e patologie” ma anche campagne informative sulla ‘nutrizione preventiva’

Quarantena per i vaccinati

Per quanto riguarda la scuola, il progetto di legge prevede una quarantena dalla scuola di 4-6 settimane “per il soggetto appena vaccinato”. La misura si renderebbe necessaria perchè i bambini vaccinati, per alcuni tipi di vaccini, possono essere fonte di contagio.

Vaccinazione personalizzata

L’iter vaccinale previsto dalla pdl Barillari e’ “articolato attraverso uno screening pre-vaccinale completo, continua con una fase informativa e partecipativa a cura del personale del centro vaccinale”, prosegue con l'”acquisizione di un valido consenso informato in forma scritta” e si conclude con “uno screening post-somministrazione” per valutare eventuali reazioni avverse. La pratica vaccinale va insomma “personalizzata” (anche con una anamnesi familiare) per stilare un Quadro clinico vaccinale individuale che porta al rilascio di un nulla osta rilasciato dal medico o dal pediatra non più di 48 prima dell’inoculazione.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione