Bambini infanzia non devono tornare a scuola dopo il 14 giugno. Una FaQ chiarisce

Bambini

DPCM 17 maggio scorso ha creato un po’ di allarme nel mondo della scuola dell’Infanzia alimentato anche da articoli e post su FaceBook che circolavano in rete.

Cosa dice la normativa

Infatti, nel DPCM del 17 maggio veniva previsto che la sospensione delle attività educative e didattiche in presenza cessassero il 14 giugno.

Una data che ha allarmato le maestre dell’infanzia, dato che le attività per questo grado di scuola terminano il 30 di giugno. Bisogna rientrare a scuola?

La FaQ che chiarisce

A dissolvere ogni dubbio, una FaQ dell’USR Lazio che così scrive:

Domanda

Il DPCM 17 – 5 prevede all’art. 1 lettera Q e R la sospensione delle attività didattiche fino al 14 giugno e ciò permetterà di svolgere gli esami di Stato in presenza. Oltre alle secondarie dovremo aprire anche le sc. dell’infanzia che chiudono al 30-6?

Risposta

NO

Cosa fare

Fermo restando che alcune scuole anche dell’Infanzia, come da notizie che ci giungono dal territorio, hanno già concluso le attività didattiche, le altre ancora in attività cosa dovranno fare?

Non certo rientrare a scuola, ciò che bisognerà fare è continuare le attività non in presenza già organizzate e pianificate fino al termine delle attività didattiche previsto per il 30 di giugno.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia