“Balordi, ignoranti, capre”, docente denunciata

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Un docente operante in una scuola di Trebisasce, in provincia di Cosenza, avrebbe offeso i propri alunni con “epiteti” non proprio gradevoli. 

Queste, come riferisce Adnkronos, le parole che l’insegnante avrebbe rivolto agli studenti: “Balordi, ignoranti, capre”. E, ancora, “vi prendo a calci in c…”.

E’ stato il Sindaco del Comune a denunciare l’accaduto al Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria, Antonio Marziale, che ha comunicato quanto accaduto: Nei giorni scorsi, ho ricevuto dal sindaco di Trebisacce una segnalazione in merito ad una specifica denuncia contro una docente controfirmata da 12 genitori che scrivono testualmente: Ha osato offendere gli alunni, nonché minacciarli di lasciare il debito formativo nella propria disciplina o addirittura di bocciarli e giungendo perfino a definirli ‘balordi, ignoranti, capre’.

Oltre alle espressioni sopra riportate, l’insegnante avrebbe anche detto:  “Sputatevi allo specchio e fate in modo che lo sputo vi torni indietro; vi prendo a calci in culo’, strappando con rabbia il foglio della verifica”.

All’insegnante, prosegue Marziale, era stata precedentemente tolta la classe in questione, ma il nuovo dirigente gliela avrebbe assegnata nuovamente.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione