Back to School : il ritorno a scuola e alle malattie

di Giulia Boffa
ipsef

GB – I risultati dell’indagine Back to School Study – Hygiene Council 2012, condotta su un campione di mamme a livello globale dimostrano che una mamma su tre e’ preoccupata per le infezioni delle vie respiratorie, come raffreddore e influenza stagionale al ritorno a scuola.

Complice il fatto che l’aula e’ un incubatore naturale di germi, quattro bambini su dieci su ammaleranno per almeno tre giorni, da 3 a 8 volte in un anno.

GB – I risultati dell’indagine Back to School Study – Hygiene Council 2012, condotta su un campione di mamme a livello globale dimostrano che una mamma su tre e’ preoccupata per le infezioni delle vie respiratorie, come raffreddore e influenza stagionale al ritorno a scuola.

Complice il fatto che l’aula e’ un incubatore naturale di germi, quattro bambini su dieci su ammaleranno per almeno tre giorni, da 3 a 8 volte in un anno.

Il 68% delle madri ha inoltre dichiarato che a scuola vengono fatte lavare le mani ai loro bambini dopo che sono andati in bagno e il 60% prima di pranzo, mentre meno della meta’ (44%) dopo aver giocato fuori dalla classe.

I dati del CDC (Centers for Disease Control and Prevention)  dimostrano come nel 2012 il 40% dei bambini tra 5 e 7 anni d’eta’ ha perso 3 o piu’ giorni di scuola per colpa del raffreddore, influenza e diarrea.

"Questo e’ dovuto in parte al fatto che il sistema immunitario dei bambini e’ meno sviluppato di quello degli adulti, quindi sono piu’ sensibili a virus e batteri e in parte all’atteggiamento dei bambini che sono per natura meno coscienti e attenti alle buone norme di igiene" afferma il prof. Carlo Signorelli, vice presidente SItI, Societa’ Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanita’ Pubblica.
 
"Batteri e virus possono essere trasmessi anche dal contatto tramite le mani sporche dei bambini che si contaminano venendo a contatto con superfici, ad esempio banchi o tavoli delle mense".

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare