Classi pollaio, Azzolina “diciamo basta”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

In Italia ci sono 40.000 classi sovraffollate. Dare la giusta attenzione a ciascuno studente così è impossibile. 

E’ quanto afferma la deputata pentastellata, Lucia Azzolina sul suo profilo Facebook.

Noi diciamo basta: con la proposta di legge – si legge nel post di accompagnamento a un video da 2 minuti e mezzoun insegnante non potrà avere più di 22 alunni, 20 se in classe ci sono studenti con disabilità. Combattiamo la dispersione scolastica e garantiamo aule sicure e vivibili!“.

Nel video, Azzolina si avvale anche dell’infografica per illustrare meglio il suo pensiero. Mostra alcune immagini e frasi (che per effetto grafico si posizionano su una lavagna alle sue spalle), con cui spiega che cosa avviene con le classi pollaio e quanto invece sarebbe più funzionale avere un numero ridotto di alunni.

Afferma di sapere bene, per aver insegnato nelle secondarie di secondo grado, quali siano le difficoltà per docenti e alunni quando si lavora nelle classi sono troppo affollate.

Azzolina chiude il suo messaggio ribadendo che la proposta di legge contro le classi pollaio contribuirà anche a contrastare la dispersione scolastica e a dare qualità alla scuola.

In Italia ci sono 40.000 classi sovraffollate. Dare la giusta attenzione a ciascuno studente così è impossibile. Noi diciamo basta: con la proposta di legge un insegnante non potrà avere più di 22 alunni, 20 se in classe ci sono studenti con disabilità. Combattiamo la dispersione scolastica e garantiamo aule sicure e vivibili!Ps. Scusate la voce, ero ancora raffreddata☺️

Posted by Lucia Azzolina on Monday, February 4, 2019

Versione stampabile
anief banner
soloformazione