Azzolina: soldi per la scuola ci saranno, prima impariamo ad usare quelli che ci sono già

Stampa

I fondi per la scuola sono sufficienti? La ministra dell’istruzione Lucia Azzolina risponde in un’intervista a Il Messaggero.

I fondi ci saranno. Ma prima dimostriamo di saper usare quelli che già ci sono: appena arrivata al ministero ho chiesto i conti e i tecnici del Miur sono rimasti sorpresi. Mi hanno risposto che da anni nessun ministro li chiedeva. Stiamo facendo una ricognizione delle risorse non spese e parliamo di milioni e milioni di euro“, ha affermato la ministra.

Sul motivo per il quale le risorse non siano state spese, Azzolina ha spiegato che “ci sono oggettive difficoltà nel chiedere le risorse che arrivano dall’Europa: nelle segreterie delle scuole non abbiamo personale sufficiente e sufficientemente formato per occuparsi di questo. Con il ministro Provenzano – ha proseguito la ministra – vogliamo attivare una task force per aiutare le scuole. I soldi che ci sono vanno spesi e chi guida il ministero deve averne contezza. Ci sono scuole che si sono rifatte a nuovo sfruttando fondi Pon“.

Durante la stessa intervista Azzolina ha fatto il punto sui concorsi attesi e sull’aumento degli stipendi dei docenti con il rinnovo del contratto.

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi