Azzolina ribadisce: “Investiti oltre 7 miliardi sulla scuola”

Stampa

“In totale, stiamo investendo oltre 3,7 miliardi di euro. Sommati alle risorse stanziate nei mesi scorsi, si può affermare che questo Governo ha già investito sulla scuola oltre 7 miliardi di euro”.

Così la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina rispondendo in Senato alla interrogazione della senatrice Bianca Laura Granato (M5s).

La ministra ha messo in evidenza che “l’accelerazione degli investimenti, in special modo su formazione e innovazione, testimonia che in questi mesi abbiamo affrontato l’emergenza sanitaria cercando di trarne delle opportunità per il rilancio del sistema nazionale di istruzione e formazione. Sono certa che insieme al Parlamento, nel corso dell’esame della legge di bilancio – ha concluso Azzolina – sapremo dare ulteriori segnali di attenzione all’intera comunità scolastica”.

Question Time al Senato con la ministra Azzolina: le risposte alle interrogazioni parlamentari [VIDEO]

E ancora: “Mai come in questo momento la scuola è tornata al centro del dibattito pubblico e mai come ora è radicata la  consapevolezza che l’istruzione sia uno dei principali motori di  sviluppo del nostro Paese. Stiamo investendo risorse e lavorando non  solo per l’oggi ma anche per il futuro, per una scuola aperta, coesa, solidale, inclusiva e innovativa”. 

“Le significative misure previste nel disegno di legge di bilancio per l’anno 2021, in questo momento all’esame della Camera dei Deputati – ha sottolineato – ne sono un’eloquente testimonianza”.

“È previsto un piano pluriennale per l’assunzione a tempo indeterminato di 25.000 docenti di sostegno nel cd. organico di diritto per garantire continuità didattica alle alunne e agli alunni con disabilità; viene destinata una cifra pari a 10 milioni per la formazione, di tutti i docenti, non solo di sostegno, sulle tematiche inerenti l’inclusione delle studentesse e degli studenti con disabilità; sono stanziati 10 milioni per l’acquisto di sussidi didattici per le istituzioni scolastiche che li accolgono”.

Inoltre , ha aggiunto Azzolina “si è data certezza a 4.485  collaboratori scolastici ex lsu, trasformando a tempo pieno il loro contratto di lavoro, assicurando così un adeguato livello dei servizi  di pulizia degli ambienti scolastici anche dopo il termine  dell’emergenza sanitaria. Si è garantita stabilità a 1.000 assistenti tecnici per il supporto digitale nelle scuole del primo ciclo. È stata potenziata l’offerta formativa nella scuola dell’infanzia, anche al fine di istituire nuove sezioni, con ulteriori 1000 insegnanti, ed è stato incrementato, a regime, di aggiuntivi 60 milioni di euro, il
Fondo destinato al sistema integrato da zero a sei anni. Si è investito sul Fondo per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa e per gli interventi perequativi più di 100 milioni di euro nell’anno 2021, anche al fine di ridurre le diseguaglianze e di favorire l’ottimale fruizione del diritto all’istruzione anche per i soggetti privi di mezzi”.

E ancora, “allo scopo di potenziare l’innovazione didattica e digitale nelle scuole si sono investiti ulteriori 40 milioni sul Fondo per  l’innovazione digitale e la didattica laboratoriale. Il fondo unico per l’edilizia scolastica è stato ulteriormente incrementato, per i prossimi anni, per un totale di 1,5 miliardi di euro. In totale, stiamo investendo oltre 3,7 miliardi di euro. Sommati alle risorse stanziate nei mesi scorsi, si può affermare che questo Governo ha già investito sulla scuola oltre 7 miliardi di euro”.

“Sono certa  – ha concluso –che insieme al Parlamento, nel corso dell’esame della legge di bilancio, sapremo dare ulteriori segnali di attenzione all’intera comunità scolastica”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur