Azzolina: più le scuole sono aperte più facciamo un favore al Paese. Famiglie, studenti e personale lo rivendicano

Stampa

“Potete lottare insieme a me per tenere le scuole aperte il più possibile. Ci sono gli studenti delle scuole superiori davanti al pc, e sto facendo di tutto per riaprire le scuole”.

Così la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina al convegno di Anp, dialogando con il presidente Antonello Giannelli e Flavio Insinna.

“Anita ha ragione – ha proseguito Azzolina riferendosi alla giovane studentessa di Torino che da settimane si batte per l’apertura della sua scuola -, dovrebbe stare a scuola, avrebbe tutto il diritto di farlo, anche le disposizioni del Dpcm lo prevedono. La scuola ha regole precise, quindi ben venga che mi diate una mano nella lotta che stiamo facendo, che riguarda un problema culturale del Paese”.

“Tenere le scuole aperte nelle zone rosse non è stato facile – ha evidenziato la ministra -. Le famiglie, gli studenti e buona parte personale scolastico sta rivendicando la scuola in presenza. La scuola scandisce la giornata, è un mondo bellissimo che va valorizzato, non demonizzato come qualcuno sta cercando di fare anche in questi giorni, va tutelato. La scuola deve essere in grado di cogliere le potenzialità di ogni singolo studente e valorizzarle. Più le scuole sono aperte più facciamo un favore al paese”.

Azzolina: “La scuola è stata trattata come lo sgabuzzino di casa, ci voleva una pandemia per farla diventare importante”

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021. Preparati con CFIScuola!