Azzolina: “Natale non diventi una seconda estate, la scuola rischia di pagare prezzo altissimo”

Stampa

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, interviene all’Agorà digitale del Movimento Cinque Stelle organizzata dagli attivisti dei pentastellati in Puglia.

“La scuola va difesa, rappresenta sia il presente che il futuro. Serve responsabilità, Natale non deve diventare una seconda estate, la scuola lo potrebbe pagare a gennaio. Ancora paghiamo gli effetti di comportamenti non corretti nei mesi estivi”.

E ancora: “Sui banchi a rotelle si è fatta ilarità eccessiva, abbiamo messo tanti soldi, investimenti che valgono per oggi e per domani. Abbiamo istituito gli assistenti tecnici nel primo ciclo, una proposta del M5S, che è diventata realtà”.

Poi: “Stiamo già pensando alla scuola di domani e dal 18 dicembre inizieremo a pensare alla nuova didattica del XXI secolo con convegni dedicati. Ce ne sarà uno al mese circa, per preparare la scuola alle nuove sfide”.

Stampa

Eurosofia. Acquisisci punteggio in tempi rapidi per l’aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora