Azzolina: lavoriamo per sicurezza maturità e settembre, responsabilità non tutta su Dirigenti. In arrivo un miliardo e 450milioni

Stampa

Il Ministro Azzolina in audizione alla Camera ha affrontato le tematiche legate alle modalità di rientro a settembre. Tra gli argomenti affrontati quelli della responsabilità dei dirigenti e degli stanziamenti per le scuole.

Protocollo sicurezza e responsabilità dirigenti

Innanzitutto risponde ai dirigenti scolastici che hanno espresso preoccupazione per il rientro a settembre ed in particolare sulle responsabilità legate alla sicurezza e alle indicazioni per il contenimento del contagio Covid.

Voglio subito rassicurare i dirigenti scolastici  – ha detto il Ministro – che so essere preoccupati per le responsabilità che dovranno affrontare a settembre. Stiamo lavorando per far sì che non ricada tutto sulle vostre spalle. Ci saranno regole chiare, realmente applicabili e anche flessibili rispetto alle caratteristiche di ciascun istituto.

Il Ministro ha assicurato che insieme al Comitato tecnico scientifico del Ministero della salute, alle forze sociali si sta lavorando ad un apposito protocollo per il settore della scuola, anche con specifico riferimento agli esami di maturità.

Fondi inclusi nel decreto rilancio

Il Ministro ha, infine, ribadito quanto già anticipato relativamente a nuove risorse per la scuola.

Sarà stanziato, infatti, 1 miliardo e 450 milioni per la scuola, così ripartiti:

1 miliardo per il Fondo per gestione rientro a scuola a settembre (400 mln nel 2020, 600 nel 2021);

331 milioni per device, connettività, sicurezza, misure di protezione, assistenza medica, adattamento spazi in vista del rientro;

39 milioni per consentire esame di maturità in presenza, in sicurezza, comprando tutti i dispositivi di protezione necessari e assicurando l’igienizzazione costante degli ambienti;

80 milioni per la fascia  0-6 per coprire le mancate rette (65 milioni) e aumentare il fondo regionale (15 milioni).

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia