Azzolina: “Già realtà la sinergia tra scuole pubbliche e paritarie”

Stampa

“La sinergica collaborazione tra le scuole pubbliche e le scuole paritarie, è una realtà e non potrebbe essere  altrimenti, in quanto, come noto, le scuole paritarie formano, insieme alle scuole statali, il sistema nazionale di istruzione, ai sensi  della legge n. 62 del 2000”. 

Lo ha affermato la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina rispondendo al Question Time al Senato.

“La sinergia – ha aggiunto – non si esaurisce a tale collaborazione, ma già coinvolge, tramite i patti di comunità, enti e amministrazioni locali, nonché le realtà associative. In tal senso, determinante è stato l’investimento dei mesi scorsi, finalizzato a sostenere la realizzazione, all’interno delle risorse del Fondo per l’emergenza epidemiologica, proprio dei patti di comunità. Accordi che hanno stimolato e generato iniziative e buone pratiche di cooperazione che dovranno essere incentivate e promosse”.

“Stiamo lavorando alacremente – ha poi sottolineato – nell’interesse esclusivo di tutte le studentesse e di tutti gli studenti, in sinergia con tutti gli attori istituzionali coinvolti, all’interno di una  cornice unitaria, quella del sistema di istruzione e formazione, delineata dalla nostra Costituzione”.

“Con riferimento al finanziamento per il segmento delle scuole paritarie, assicurato nel corso del tempo – ha ricordato Azzolina – il Ministero dell’istruzione abbia già garantito l’emanazione di tutti gli atti di propria competenza, nel rispetto della legislazione vigente. Nell’ottica dell’unitarietà del sistema nazionale di istruzione e formazione nel disegno di legge di bilancio,ora all’esame del Parlamento, è stato altresì previsto lo stanziamento di 60 milioni a regime, a decorrere dal prossimo anno, del fondo destinato al sostegno del sistema integrato da zero a sei anni”.

“Quanto alla previsione della detrazione IRPEF delle rette e delle spese relative alla frequenza degli asili nido e delle scuole di ogni ordine e grado – ha concluso – , ricordo che già esiste, nella misura del 19%. Ulteriore attenzione è stata riservata nell’emergenza. Proprio perché coscienti del ruolo delle criticità e degli oneri legati alla pandemia rispetto a tutte le istituzioni scolastiche, già con il decreto-legge n. 18 del marzo scorso e con il cosiddetto ”decreto rilancio”, abbiamo assegnato specifiche risorse alle scuole paritarie, anche per dotarsi di materiali per la pulizia straordinariad ei locali, nonché di dispositivi di protezione e igiene, sia per il personale che per gli studenti, oltre che per garantire il corretto svolgimento degli esami di Stato”.

Question Time al Senato con la ministra Azzolina: le risposte alle interrogazioni parlamentari [VIDEO]

Azzolina promette ancora più impegno per convitti ed educandati

Stampa

Eurosofia. Acquisisci punteggio in tempi rapidi per l’aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora