Azzolina: fine sospensione attività dipende da emergenza. Probabile anche non rientro a scuola

Stampa

Rientro a scuola, non è certa la data ma nemmeno se si ci riuscirà.

Informativa Azzolina al Senato

Nella giornata di ieri, il Ministro Azzolina ha fornito un’informativa al Senato sulla situazione scolastica in relazione all’emergenza epidemiologica.

Questi, come riferito, i punti affrontati:

  • Concorsi: saranno banditi ma no prove
  • Validità anno scolastico: sarà valido anche senza lo svolgimento dei giorni di lezione (lo prevede il D.l. n. 9 del 02/03/2020)
  • Didattica a distanza: stanziati 85 mln
  • Esami di Stato: saranno rivisti requisiti e modalità svolgimento
  • Calendario scolastico: in classe fino a luglio e lezioni dal 1 settembre 2020. Ipotesi aperta

Rientro a scuola

Il Ministro è intervenuto anche in merito al rientro a scuola. Al momento, l’attività didattica è sospesa sino al prossimo 3 aprile, tuttavia tale data sarà prorogata ma non si sa sino a quando.

La Azzolina ha affermato che si rientrerà se e quando ci sarà sicurezza per gli studenti, in base a quello che dicono le autorità sanitarie.

Il rientro, dunque, non è nemmeno certo.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur