Azzolina: chiusura scuole è ferita ma ha salvato vite. Insegnanti hanno dato il massimo con la DaD

di redazione

item-thumbnail

La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina in audizione alla Camera sulla chiusura delle scuole per l’emergenza sanitaria e la didattica a distanza.

La decisione di chiudere le scuole è stata sofferta e ha rappresentato certamente una ferita. Ma questo sacrificio ha contribuito a salvare migliaia di vite. Il Governo ha profuso davvero ogni impegno per far sì che il diritto all’Istruzione, costituzionalmente garantito, fosse in ogni caso assicurato a tutti gli studenti. La didattica a distanza, in tal senso, ha rappresentato uno strumento utile, anche e per dimostrare la vicinanza ai nostri studenti e alle loro famiglie. Si è trattato di una scelta obbligata. Non avevamo alternative per stare accanto ai nostri studenti e delle nostre studentesse“.

Gli insegnanti hanno davvero dato il massimo. Le famiglie hanno fatto la loro parte. Gli studenti hanno dimostrato grande spirito di adattamento. No, la didattica a distanza non è stata perfetta. Ma ha davvero consentito di non disperdere del tutto le relazioni umane, ci ha tenuti in contatto con gli alunni e con le loro famiglie. E viceversa. È stata una didattica della vicinanza“, ha aggiunto.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione