Azzolina annuncia emendamento classi pollaio, Sasso (Lega): legge del 2009 già lo prevedeva

Comunicato onorevole Rossano Sasso (Lega): “Incredibile Ministro Azzolina e le sue formidabili iniziative, cento ne pensa una ne fa, peccato che spesso siano perfettamente inutili, come nel caso delle sue ultime dichiarazioni sulle c.d. classi pollaio”.

Nel tentativo di distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica e della comunità scolastica dai mille problemi irrisolti e da quelli da lei provocati, tanto da indurre i sindacati dopo anni ad uno sciopero nazionale a marzo, oggi ci delizia con un’altra perla delle sue.

Leggo infatti sui quotidiani e su alcune riviste on line di settore, alcune dichiarazioni virgolettate della Azzolina secondo cui lei stessa avrebbe “inserito nel Milleproroghe l’obbligo di non avere più di 20 studenti in una classe in cui ci siano disabili. Spero il Parlamento condivida.
Un primo passo verso la totale abolizione delle classi pollaio, per cui serve tempo”.

Peccato però che come le hanno ironicamente sottolineato tantissimi docenti nei vari forum di settore, una norma che prevede il limite di 20 alunni esista già, ed è il DPR 81 / 2009 che all’art . 5 comma 2.
Piuttosto i problemi derivano dal continuo mancato rispetto di tale norma, che evidentemente la Azzolina pur fresca di studi, evidentemente non ricorda.

Si tratta dunque dell’ennesima iniziativa-spot inutile e fasulla, utile solo a non parlare, per qualche ora, di precari, della vertenza DS 2017, dell’astio nei confronti dei rappresentanti dei lavoratori e di tanto altro ancora.
In Aula la Lega le ricorderà tutte queste cose e sarà al fianco dei lavoratori della scuola e delle loro mobilitazioni”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia