Azzolina, a settembre assunti vincitori Dsga. Al via prove orali

di redazione

item-thumbnail

Il Ministro Azzolina oggi in VII Commissine cultura alla Camera è intervenuta sulla questione riugardante il concorso DSGA. Nessuno stop, ecco perché.

Il Ministro ha fatto riferimento all’articolo 4 del decreto-legge n. 22 dell’8 aprile, nel quale si prevede che “La sospensione dello svolgimento delle procedure concorsuali per l’accesso al pubblico impiego di cui all’articolo 87, comma 5, primo periodo, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, si intende riferita esclusivamente allo svolgimento delle prove concorsuali delle medesime procedure”. Ciò significa, ha detto il Ministro, che si circoscrive il divieto alle “sole prove concorsuali che non abbiano avuto luogo al momento dell’entrata in vigore della norma sopra richiamata.”

“In alcune regioni, è già stata fissata la data di inizio delle prove orali”. Ha detto il Ministro

Le pubbliche amministrazioni, con riferimento alle prove orali dei concorsi, possono procedere con lo svolgimento in videoconferenza della prova, garantendo comunque l’adozione di soluzioni tecniche che assicurino la pubblicità della stessa, l’identificazione dei partecipanti, la sicurezza delle comunicazioni e la loro tracciabilità. Si tratta di una clausola di maggiore tutela che, ove dovesse esser necessaria nell’ipotesi di mutamento in peggio delle condizioni epidemiologiche, consentirà lo svolgimento delle prove orali in tempi utili per le assunzioni dei nuovi DSGA. Nelle prossime ore il Ministero dell’istruzione emanerà una specifica nota, dando istruzioni precise sulle modalità di prosecuzione del concorso, in modo da raggiunger l’obiettivo di assumere a settembre i vincitori, nelle varie regioni.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione