Aziende vogliono assumere, ma candidati scarse competenze e conoscenza inglese

Stampa

Otto aziende su dieci sono pronte ad assumere nel 2017, ma la maggior parte trova candidati non idonei per carenza di competenze professionali specifiche (60%), poca esperienza lavorativa nel settore (47%) e scarsa conoscenza delle lingue straniere (35%).

E’ quanto emerge dalla ricerca Hr Trends and Salary Report 2017, realizzato dal gruppo Randstad, operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, l’Alta Scuola di psicologia Agostino Gemelli (Asag) dell’Università Cattolica di Milano. La ricerca rivela un forte aumento nelle assunzioni pianificate per l’anno in corso. L’80% delle aziende ha intenzione di assumere nuovi dipendenti (era il 62% nel 2016), soprattutto per far fronte a una carenza interna di competenze (37%), alla crescita nazionale o internazionale dell’azienda (25%) e alla crescita economica del mercato (22%). Altro aspetto analizzato è quello relativo alla carenza di competenze, che interessa l’81% delle organizzazioni italiane. Un dato in calo rispetto al 2016 quando era pari al 97,9%.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur