Avvio anno scolastico, Regioni posticipano, ma non basta: alcuni Comuni rinviano a ottobre [AGGIORNATO]

Stampa

Diverse Regioni hanno posticipato l’avvio dell’anno scolastico al 24 settembre, ma evidentemente non è sufficiente per alcuni Comuni, che hanno quindi deciso di ripartire a fine settembre o a ottobre.

La maggior parte degli istituti scolastici hanno avviato le attività didattiche in presenza lunedì, il Friuli Venezia Giulia mercoledì. Altre Regioni, tra cui Puglia e Calabria, hanno deliberato l’inizio delle lezioni il 24 settembre e altre ancora hanno deciso di posticipare al dopo elezioni l’inizio dell’anno scolastico cambiando il precedente calendario.

Dove si inizia il 24 settembre

Elenco Regioni dove l’anno scolastico inizia il 24 settembre:

  • Abruzzo
  • Basilicata
  • Calabria
  • Campania
  • Puglia

In Sardegna le lezioni sono ripartite, con qualche eccezione, martedì 22.

In Sicilia le scuole possono decidere di posticipare la riapertura al 24, anche quelle che non sono sedi di seggio elettorale.

Calendario scolastico 2020/21 e delibere

Alcuni Comuni posticipano

In alcuni Comuni il rinvio al 24 settembre non sembra essere stato sufficiente. Negli ultimi giorni sono diverse le ordinanze firmate dai sindaci per posticipare ulteriormente l’avvio delle lezioni, per motivazioni diverse: contagi, mancanza spazi e arredi o personale.

Si posticipa al 25 settembre:

Si posticipa al 28 settembre a

Al 29 settembre a

Al 1 ottobre a

Al 5 ottobre a

  • Orune

Infine, il caso di Bari Sardo che ha rinviato l’inizio delle lezioni a data da destinarsi.

C’è poi il problema dei contagi. Diversi gli istituti scolastici chiusi in questi primi giorni per casi di positività al Covid registrati tra il personale scolastico e gli studenti.

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa