Avvio anno scolastico, Rampelli (FDI-AN): disastroso, Renzi rinunci alla “buona scuola” e ci dia una “scuola normale”

Stampa

“L’inizio dell’anno scolastico si sta dimostrando la pietra tombale per la riforma Renzi. Il presidente del consiglio rinunci alla ‘buona scuola’ e ci dia semplicemente una scuola normale. 

Altro che stabilizzazione e scuole belle. La legge di riforma ha prodotto nuova disoccupazione, decine di migliaia di insegnanti precari che per anni hanno formato i nostri figli, si ritrovano senza lavoro, costrette a fare un concorso doppione che avevano già superato con l’abilitazione. Inutile e costoso.

Le famiglie italiane si ritrovano ora con scuole sporche che devono pulire pagando di tasca propria, aule senza la necessaria sanificazione e derattizzazione che si stanno predisponendo ora sospendendo colpevolmente la didattica. Un degrado totale che vede disagi, proteste, approssimazione, degrado. A tutto questo si aggiunge l’allarmante notizia del Centro europeo per il monitoraggio della dipendenza dalle droghe secondo il quale i giovani italiani sono i maggiori consumatori di fumo e droga d’Europa, con il 37%, quasi il doppio della media degli altri paesi.

Da parte del ministero il solito lassismo, nessuna campagna di prevenzione e sensibilizzazione, nessuna sanzione. Anche in questo, Renzi dimostra la sua totale inconcludenza. Questo governo si sta fumando la scuola italiana”.

È quanto ha dichiarato  il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli durante il question time al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese