Avvio anno scolastico, in Toscana 15 mila supplenze ai docenti, 2600 immissioni in ruolo. I dati

WhatsApp
Telegram

L’USR Toscana pubblica il report su sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale dell’anno scolastico 2022/23 per la regione. In totale le istituzioni scolastiche statali della Toscana sono 472 di cui 11 CPIA, e si articolano in circa 3200 sedi scolastiche.

Per l’anno scolastico 2022/2023 gli alunni delle scuole statali in OF sono 458.519 studenti per 22.025 classi (dati al 20 settembre 2022), in diminuzione rispetto all’anno scolastico precedente:

  • Gli alunni dell’infanzia sono il 12,22% del totale rispetto al 12.57% del 2022
  • Gli alunni della primaria sono il 29,34% del totale rispetto al 29,71% del 2022
  • Gli alunni del I grado sono il 20,87% del totale rispetto al 20,91% del 2022
  • Gli alunni del II grado sono il 37,57% del totale rispetto al 36,81% del 2022

La maggior parte degli studenti della scuola secondaria di secondo grado frequenta il liceo, seguono gli istituti tecnici e i professionali

Per ciò che riguarda i posti del personale docente, il rapporto alunno/docente di sostegno è 1,3, per un totale di 13468,5 posti per quasi 18mila studenti con disabilità.

3.600 le nomine in ruolo di docenti effettuate su un contingente autorizzato di 8427 posti. Sono state assegnate 12.640 supplenze annuali e, di queste ultime, il 61,4% sono sul sostegno.

Alla data del 23 settembre in Toscana risultano non coperte da personale non di ruolo 246 cattedre, di cui 105 su sostegno, e 133 spezzoni orari, di cui 37 su sostegno: solo il 3% di non copertura a livello regionale.
Alla fine di settembre risultavano a sistema oltre 2600 immissioni e oltre 15000 supplenze annuali o fino al termine delle attività didattiche.
A queste si aggiungono oltre 1800 contratti annuali a TD che possono a fine anno trasformarsi a T.I.

report

 

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana