“Autonomia tra desiderio e realtà”, Giannelli (ANP): finora gestita male, è invece necessario avere i docenti che servono alla scuola [INTERVISTA]

di Elisabetta Tonni
ipsef

item-thumbnail

A colloquio con Antonello Giannelli, Presidente ANP al Convegno “Autonomia tra desiderio e realtà”. 

Autonomia desiderata e autonomia reale, la distanza è ancora notevole.

L’autonomia desiderata – afferma Giannelli ai nostri microfoni – è ancora quella di vent’anni fa, quella in cui il Dirigente Scolastico può adattare le linee didattiche e organizzative alle esigenze dei suoi studenti.

Nell’autonomia reale ci sono state delle forti limitazioni, soprattutto di carattere economico. L’organico dell’autonomia è stato attuato solo con la legge 107/2015 ma non sempre sono stati assunti i docenti delle classi di concorso che servivano e questo ha creato delle difficoltà indubbie.

ANP crede essenziale dotare il Dirigente Scolastico delle prerogative che gli permettano di garantire la qualità dell’istruzione.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione