Autonomia differenziata, se approvata segnerà la fine del M5S. Lettera

ex

Inviato da Luca Gallo- Credo che l’ autonomia differenziata sia la prova del nove per questo governo, la lega spinge sull’acceleratore, ma per il M5S che ancora mantiene una discreta parte di voti proprio in alcune regioni meridionali, be credo che se passa qualunque forma di autonomia che determini una spaccatura ancora piu’ netta tra Nord e Sud, questo rappresenterebbe la fine politica dei 5S oltre a determinare seriamente la fine dell’ unita’ nazionale.

Se al Sud si e’ votato in massa per i 5S non e’ stato per il reddito di cittadinanza ma per la voglia di cambiamento che i partiti tradizionali negli ultimi anni avevano disatteso, per cui sarebbe l’ ennesimo tradimento nei confronti di chi chiede semplicemente maggiori investimenti, piu’ servizi, maggiori infrastrutture, lotta alla corruzione e soprattutto piu’ lavoro, oltre naturalmente ad una maggiore giustizia sociali e pari opportunita’, purtroppo l’ autonomia differenziata voluta da alcune regione va esattamente nella direzione opposta, se questa non viene fermata, sia che si tratti della scuola o di altre competenze, si rischia la spaccatura totale e irreversibile di una nazione voluta si da una parte di governo ma con la complicita’ dei 5S che non credo potranno poi spiegare che nonostante tutto ci saranno sempre i livelli minimi di assistenza a garantire i servizi essenziali al Sud, se e’ per questo anche Renzi ha tentato di spiegare la buona scuola ai cittadini alla lavagna, ma non per questo la gente si e’ lasciata prendere in giro da una pessima riforma.

Segui il nuovo ciclo formativo Eurosofia: “Educazione civica, cittadinanza attiva e cultura della sostenibilità a scuola”