Autonomia differenziata, M5S: non ci saranno differenze di stipendi o programmi

Il M5S aggiunge qualche tassello all’annuncio dell’esclusione del personale della scuola dall’accordo sull’autonomia differenziata che interessa le regioni Veneto, Lombardia, Emilia Romagna. 

Il M5S afferma  “non ci saranno dipendenti di serie A e di serie B, né differenze tra stipendi e programmi. Alunni, docenti e famiglie possono stare tranquilli: l’intenso lavoro di questi mesi ha dato vita a una riforma equilibrata”

La scuola – conclude il M5S – rappresenta da sempre l’unità del nostro Paese: un luogo di crescita personale e collettiva, dove si formano i nostri giovani, la loro coscienza civica e il loro senso di appartenenza.

L’accordo prevede che

  • il personale della scuola “è escluso dalla regionalizzazione
  • il sistema di istruzione rimane unitario
  • 20nessun trasferimento di risorse dallo stato alle regioni con riferimento all’istruzione

Regionalizzazione, M5S: non ci saranno scuole di seria A e B. Istruzione resta nazionale

Va però sottolineato che, rispetto a quanto affermato dal M5S, potrebbe rimanere la facoltà da parte delle regioni di stabilire gli anni di permanenza dei docenti neoassunti.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia