Autonomia differenziata, De Luca: “Al Sud docenti di 50 anni. I giovani sono tutti al Nord. Prepariamoci alla battaglia”

WhatsApp
Telegram

“Oggi si presenta di fronte a noi un altro grande pericolo, quello dell’autonomia differenziata. È stato ricordato in un’indagine che le risorse destinate al Sud alla scuola sono molto superiori a quelle destinate al Nord”.

Lo ha detto il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, in occasione della presentazione del Dossier regionale sulle povertà 2022 all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Stiamo attenti, dice il Governatore, la spiegazione l’ha data qualche giorno fa sul Mattino un giornalista che ci ha spiegato che in realtà questo fenomeno si spiega col fatto che nel Sud abbiamo tutta la popolazione di docenti scolastici sopra i 50 anni che viene qui e tutti i giovani sono andati al Nord. E siccome ovviamente i docenti che hanno vent’anni di servizio fra vent’anni hanno stipendi enormemente più elevati, è evidente che lo stanziamento di risorse al Sud è superiore al Nord ma non è rapportato al numero di allievi e neanche alla popolazione, è legato al fatto che al Sud abbiamo una quantità di docenti sopra i 50 anni che è molto più ampia rispetto al Nord, perché i docenti giovani se ne sono andati al Nord da dieci anni”.

Con l’autonomia differenziata ci dobbiamo preparare ad un’altra grande battaglia – ha spiegato De Luca – Il governo ha in testa questa misura: per quanto riguarda la scuola fare una formazione autonoma nelle regioni, per quanto riguarda la sanità di fare dei contratti integrativi destinati al personale medico, regionali”.

Su quest’ultima idea sappiamo che se il 10% delle entrate verso lo Stato deve essere riservato alle Regioni in cui maturano abbiamo distrutto il Sud, non ci sarà nient’altro da fare. In quel caso da qui a 50 anni la popolazione meridionale scenderebbe del 50%“.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur