Autismo. E’ necessario più sostegno alle famiglie e più centri specializzati

Fare di più contro l'autismo, soprattutto nel campo dell'assistenza e nel sostegno di chi è affetto da questi disturbi.

Fare di più contro l'autismo, soprattutto nel campo dell'assistenza e nel sostegno di chi è affetto da questi disturbi.

A chiederlo sono istituzioni, associazioni di pazienti, ma anche ricercatori che si ritroveranno uniti sabato in occasione della giornata mondiale della consapevolezza sulla malattia, sotto il segno del blu, il colore dell'autismo, colore della conoscenza e della sicurezza.

In occasione della giornata, l'Istituto Superiore di Sanità, la Neuropsichiatria Infantile dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e l'Associazione Italiana Ricerca Autismo (www.airautismo.it) ne discuteranno in una tavola rotonda per discutere del ''Dopo di Noi''.

Dalla diagnosi all'intervento precoce, dalla scuola al terzo settore, le famiglie, si legge in una nota del Bambino Gesu', denunciano la carenza di professionalità e di opportunità nel prendersi carico delle persone con autismo e il mancato rispetto del loro diritto ad avere pari opportunità educativa e di sviluppo professionale.

Lo scorso 4 febbraio, la Camera dei Deputati ha approvato un disegno di legge per il supporto delle persone gravemente disabili che non possono più contare su sostegni di tipo familiare. La proposta è ora al vaglio del Senato. La legge prevede la costituzione di un fondo presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali (90 milioni di euro per il 2016), destinato alla copertura finanziaria di interventi legislativi recanti misure per la tutela e l'assistenza dei disabili gravi. La stessa Autism Europe, l'associazione europea che si occupa di autismo, ha scelto per il 2016 lo slogan 'Rispetto, Accettazione, Inclusione', che richiama direttamente la preoccupazione delle Associazioni di genitori per l'impegno ancora insufficiente da parte dei governi dei Paesi Europei nella presa in carico delle persone con Disturbi dello Spettro Autistico.

 

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia