Autismo, App-gioco per aiutare bambini tra i due e i quattro anni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“AI monkey”, applicazione-gioco fondata sull’intelligenza artificiale che potrebbe aiutare i bambini affetti da autismo.

Chi sta sviluppando l’APP

L’App, come riferisce l’Ansa, è in fase di sviluppo, grazie al lavoro di ricercatori cinesi e britannici, appartenenti alla Scuola di Medicina dell’Università Jiaotong di Shanghai e l’Università di Cambridge.

Chi riguarda

L’applicazione-gioco, nello specifico, riguarda i bambini autistici tra i due e i quattro anni, i quali potranno utilizzarla come forma di intervento comportamentale a casa.

L’Applicazione

Si tratta di un gioco interattivo, che utilizza una tecnologia fondata sul riconoscimento facciale: Quando un bambino guarda il volto della scimmia all’interno del gioco, questa sarà capace di intenderne il comportamento e l’espressione del viso, come lo scuotere la testa o tirar fuori la lingua. Se l’utente smette di guardare la scimmia o perde concentrazione, l’animale sullo schermo sparirà immediatamente, appariranno invece una serie di fuochi d’artificio per attirare di nuovo l’attenzione del bambino.

Funzionalità dell’APP

Tramite l’App, secondo Li Fei, appartenente al succitato dell’ospedale cinese, è possibile intervenire sullo sviluppo cerebrale nella prima infanzia e a questo scopo il periodo di crescita tra i due e i quattro anni risulta il migliore per i bambini autistici.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione