Autismo. 2 aprile giornata mondiale per la libertà di scelta della terapia

Di Lalla
Stampa

Ido Ortofonologia – ‘Giornata mondiale dell’autismo per la libertà di scelta delle famiglie’. Il 2 aprile l’Istituto di Ortofonologia (IdO) e l’associazione ‘Divento Grande Onlus’ presenteranno al cinema Barberini, a Roma in Piazza Barberini 24 alle ore 10, il film ‘Temple Grandin. Una donna straordinaria’ per ricordare la personale vicenda di questa incredibile scienziata autistica e di come si sentisse diversa ma non inferiore. “Avevo un dono – spiega Grandin nel lungometraggio – riuscivo a vedere il mondo da un’altra prospettiva. Notavo dettagli invisibili agli occhi degli altri”.

Ido Ortofonologia – ‘Giornata mondiale dell’autismo per la libertà di scelta delle famiglie’. Il 2 aprile l’Istituto di Ortofonologia (IdO) e l’associazione ‘Divento Grande Onlus’ presenteranno al cinema Barberini, a Roma in Piazza Barberini 24 alle ore 10, il film ‘Temple Grandin. Una donna straordinaria’ per ricordare la personale vicenda di questa incredibile scienziata autistica e di come si sentisse diversa ma non inferiore. “Avevo un dono – spiega Grandin nel lungometraggio – riuscivo a vedere il mondo da un’altra prospettiva. Notavo dettagli invisibili agli occhi degli altri”.

E proprio per valorizzare le singole potenzialità dei bambini colpiti da questo disturbo, verrà presentata, dopo la proiezione, la petizione per richiedere la revisione delle linee guida sull’autismo, promossa da un gruppo di parlamentari bipartisan e sostenuta da 66 società scientifiche e scuole di formazione e specializzazione per operatori, 50 associazioni e 58 centri di riabilitazione accreditati, cattolici e laici, e da tantissimi esperti del settore.

Per tutti loro, infatti, “il testo delle linee guida, che ha indicato come unico intervento la tecnica comportamentale addestramento/apprendimento ABA, ha escluso l’approccio evolutivo integrato. Atto grave – hanno denunciato gli esperti – in quanto l’addestramento pretende come unico obiettivo di normare il bambino modificando il comportamento e perdendone così le singole potenzialità”. La loro richiesta è stata: “Basta trattare i bambini come pupazzi da modellare”.

Per il direttore dell’IdO, Federico Bianchi di Castelbianco, “Grandin è la dimostrazione che la sua difficoltà risiede nella capacità di essere empatica, ed il grande problema dell’autismo è proprio quello di entrare in relazione con l’altro. L’approccio evolutivo integrato – ha spiegato lo psicoterapeuta dell’età evolutiva – ha come obiettivo la relazione. Fortunatamente – ha concluso – gli studi ed i risultati ci confortano e ci convincono sempre più che sia la strada corretta da perseguire”.

Prenderanno parte alla proiezione diverse personalità politiche ed esperti del settore.

L’ingresso è gratuito ma si ricorda che per partecipare è necessario accreditarsi scrivendo all’indirizzo email [email protected] o chiamando ai numeri 06/45499511 o 3346534305.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur