Aumento stipendio insegnanti con il trucchetto. Lettera

WhatsApp
Telegram
ex

prof. Salvatore Di Paola – Sono un insegnante e ho letto sul vostro sito che i deputati de Movimento 5 Stelle Luigi Gallo e Paolo Lattanzio nonché il Ministro Azzolina, dichiarano che si raggiungeranno i 100 euro di aumento stipendiale degli insegnanti, mettendo in conto i 68 euro medi derivanti dal taglio del cuneo fiscale nonché quelle misere risorse (forse 45 euro) , che però saranno disponibili non prima del 2021, già stanziate con la legge di bilancio.

Ora è noto che gli stipendi degli insegnati sono tra i più bassi di tutto il comparto del Pubblico Impiego e quindi, in epoca precedente al varo del taglio del cuneo fiscale, gli aumenti stipendiali promessi sarebbero serviti a colmare, anche se parzialmente, questo divario.

Il taglio del cuneo fiscale non riguarda solo gli insegnanti ma tutti i dipendenti per cui il divario, cui facevo riferimento in precedenza, permane.

Inoltre essendo il contratto scaduto nel 2018, alla sigla del prossimo contratto spetterebbero gli arretrati che  non includeranno nel calcolo i famosi 68 euro di taglio del cuneo che non costituisce nel merito incremento stipendiale ma semplicemente l’inizio del cammino della riforma dell’IRPEF in direzione di una maggiore equità fiscale tra lavoratori.

In conclusione una domanda: non sembra il caso di rispettare la dignità degli operatori della scuola evitando il ricorso a piccoli trucchi dialettici per maschera la mancanza di volontà di investire nella scuola ?

Stipendio, M5S: verso aumento di cento euro al mese per i docenti. Al lavoro per rinnovo contratto

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur