Aumento stipendio docenti e ATA, Ascani (PD): soldi ci sono. E con i sindacati si parlerà di nuove abilitazioni

Dichiarazione all’ANSA del Viceministro Anna Ascani (PD) nel giorno in cui i sindacati FLCGIL, CISl, UIL, SNALS e Gilda tornano a rivendicare maggiore attenzione per la scuola. 

“Si apre la fase di nuova di dialogo con i sindacati – afferma la Ascani – a gennaio c’è il tavolo per la contrattazione, i fondi per il rinnovo del contratto ci sono, ovviamente bisognerà capire come vengono distribuiti all’interno della Funzione Pubblica.

Bisognerà lavorare con i sindacati della scuola affinchè non valga solo il criterio del passato per cui si va a un incremento in percentuale rispetto agli stipendi che esistono ma si ha maggiore attenzione per il comparto scuola,
perchè è quello che è stato finora più penalizzato. Se fosse
così sarebbe un bene per il sistema Paese.

Lavoreremo per questo e all’interno di questo dialogo si discuterà anche di altri temi come, per esempio, della nuova abilitazione e di tutto quello
che era stato oggetto dell’accordo firmato qui al Miur e che
deve essere implementato”.

Meno di 80 euro di aumento stipendio a docenti e ATA, presidio sindacati al Miur mercoledì 18 dicembre

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia