Aumento stipendio docenti, Ascani: non cambierà tenore di vita ma sarà riconoscimento del lavoro

Stampa

E’ intenzione del Miur convocare al più presto i sindacati per ritornare a parlare di nuovo contratto per il personale docente e ATA. 

Aumento stipendio: potrebbe essere inferiore a 70 euro

Innanzitutto bisognerà chiarire l’entità dell’aumento di stipendio per il personale docente e ATA.

L risorse a disposizione della contrattazione collettiva potrebbero infatti essere utilizzate in maniera diversa rispetto a quanto fatto in passato.

La novità significativa è rappresentata dalle sentenze della Corte di Cassazione su ricostruzione di carriera e scatti di anzianità ai precari, nonché sulla retribuzione professionale docenti (RDP). 
Dopo l’ordinanza della Corte di Cassazione del 27 luglio 2018, che ha dato ragione al sindacato Anief sull’impossibilità di discriminare il lavoro precario nella scuola, sono poi arrivate le decisioni dei tribunali di riconoscere il diritto dei supplenti a percepire la Retribuzione Professionale Docenti (RPD) – o il Compenso Individuale Accessorio (CIA) per il personale ATA – anche in caso di contratti stipulati per supplenze “brevi e saltuarie”.
Sapremo nei prossimi giorni le decisioni in merito. 
L’aumento – commenta la Sottosegretaria Ascani – non cambierà il tenore di vita del personale, ma sarà un riconoscimento del loro lavoro

Stampa

Acquisisci le indispensabili competenze sulla Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un ciclo formativo tecnico/pratico