Aumenti stipendio, Sgambato (PD): servono risorse specifiche per gli insegnanti per riconoscere loro professionalità

WhatsApp
Telegram

Camilla Sgambato della segreteria nazionale Pd ritiene sia necessario trovare le risorse adeguate per l’aumento degli stipendi dei docenti.

Ridare autorevolezza ai docenti, quali professionisti della conoscenza, passa anche attraverso l’adeguamento delle loro retribuzioni alla media europea. Lo diciamo da tempo e lo abbiamo ribadito anche ieri al tavolo sull’agenda di governo 2020-2023.

Per questa ragione abbiamo sollecitato il rinnovo del contratto nazionale della scuola. Il Partito Democratico ritiene quindi indispensabile trovare le risorse necessarie a riconoscere dignità del personale attraverso retribuzioni adeguate. Il taglio del cuneo fiscale è una misura che riguarda tutto il mondo del lavoro ed è una misura di equità sociale. I dipendenti della scuola ne beneficeranno in misura diversa, a seconda della fascia di reddito, come i lavoratori di tutti gli altri settori. È giusto però distinguere questo tema da quello delle risorse per il rinnovo del contratto nazionale, perché soltanto incrementandole riusciremo a garantire il riconoscimento delle professionalità e dunque della riconoscibilità sociale di coloro che operano nella scuola.

Il Paese ha bisogno di docenti preparati, motivati e appassionati. Saremo rigorosi nella formazione iniziale e in itinere dei docenti, ma abbiamo il dovere di riconoscere che i loro stipendi non sono in linea con ciò che ci aspettiamo da loro per la crescita dei nostri figli“. E’ quanto ha affermato Sgambato.

La Ministra dell’istruzione Lucia Azzolina ha affermato, in un’intervista a Il Messaggero, che tra il taglio del cuneo fiscale e il rinnovo del contratto i docenti avranno 100 euro di aumento stipendiale netti. Una proposta definita da Pino Turi (Uil) “irricevibile”.

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur