Aumenti stipendiali, tra 30 a 80 euro lordi dal 2020. E’ scritto nel DEF

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Pubblicato dal Ministero delle finanze il testo del Documento di Economia e Finanza 2019. Previsione aumenti a partire dal 2020.

Spesa prevista per le amministrazioni

Nel testo del DEF si legge, “Nel quadro a legislazione vigente la spesa per redditi da lavoro dipendente delle Amministrazioni pubbliche è stimata nel 2019 in 172.594 milioni (+0,4 per cento), nel 2020 in 174.018 milioni (+0,8%), nel 2021 in 173.751 milioni (-0,2%) e nel 2022 in 174.859 milioni (+0,6%).

Aumenti previsti

Nel testo si legge che “fra i fattori di incremento della spesa si segnala il rinnovo contrattuale per il triennio 2019-2021 che prevede, in base alle risorse stanziate dalla legge di Bilancio per il 2019, incrementi dell’1,3 per cento per il 2019, dell’1,65 per cento per il 2020 e dell’1,95 per cento complessivo a decorrere dal 2021.

Inoltre, “Considerato che la stagione contrattuale 2016-2018 non è ancora conclusa, la previsione sconta l’ipotesi che i CCNL per il triennio 2019-2021 verranno sottoscritti a decorrere dal 2020“.

Nel 2019 solo indennità di vacanza

Con riferimento al nuovo triennio contrattuale, per l’anno 2019 è stata considerata la sola spesa per l’anticipazione contrattuale decorrente dal mese di aprile (corrispondente sostanzialmente all’indennità di vacanza contrattuale prevista dal precedente ordinamento).

Testo del DEF a pagina 31

Per gli aumenti previsti ad Aprile e Luglio rimandiamo a

Stipendio: aumenti anche a luglio per docenti e ATA. Da 5,88 a 10,99 euro [Tabella]

Aumenti stipendiali e rinnovo contratto, UIL: confermato sciopero 17 maggio

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione