Aumenti stipendiali, premi ai docenti del Sud che si formeranno e impegneranno in progetti di recupero e potenziamento. Sarà nell’Agenda Sud

WhatsApp
Telegram

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha annunciato, in una intervista rilasciata in esclusiva alla nostra testata giornalistica, un nuovo piano di azioni mirate a contrastare la dispersione scolastica nel Sud Italia. L’obiettivo principale di questa iniziativa è garantire a tutti gli studenti italiani pari opportunità di successo formativo. Secondo il Ministro, i test internazionali hanno evidenziato un divario inaccettabile che richiede interventi immediati. Da qui nasce l’idea di un ampio piano di interventi per la scuola del Mezzogiorno.

Numero di scuole coinvolte

La prima fase di questo piano prevede un progetto pilota che coinvolgerà un numero sempre crescente di scuole. Inizialmente erano previste 150 scuole, ma ora il numero è salito a 200, con la prospettiva di aggiungerne altre 10. Le azioni mirate comprenderanno l’aumento del numero di insegnanti, in particolare nelle materie di italiano, matematica e inglese, nelle scuole individuate dall’Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione (INVALSI). L’obiettivo è garantire un maggior supporto didattico agli studenti.

Estensione orario scolastico

Un’altra iniziativa fondamentale sarà l’estensione dell’orario scolastico a tempo pieno, consentendo agli studenti di dedicare più tempo all’apprendimento e di usufruire di attività extracurricolari che favoriscano la loro crescita e il loro sviluppo.

Docenti formati

Inoltre, gli insegnanti coinvolti nel progetto beneficeranno di una formazione specifica per affrontare le sfide educative particolari che possono emergere in contesti di dispersione scolastica.

Incentivi economici ai docenti del Sud

Per garantire il successo di questo piano, saranno allocate risorse aggiuntive per il pagamento degli insegnanti che parteciperanno alle attività di recupero e supporto agli studenti.

Più dialogo con le famiglie

Inoltre, è prevista una stretta collaborazione con le famiglie, coinvolgendole attivamente nel percorso educativo dei propri figli. Questo intervento articolato sarà sviluppato in collaborazione con le regioni, al fine di valorizzare la crescita dei percorsi formativi sul territorio.

Il Ministro Valditara ha espresso fiducia nell’ottenimento di risultati positivi. Se il progetto pilota avrà successo, si prevede di estenderlo alla maggior parte delle scuole del Mezzogiorno, ampliando così l’impatto positivo sul sistema educativo della regione.

Leggi anche

Valditara: “Più soldi ai docenti coinvolti nell’Agenda Sud, carta 500 euro a oltre 80mila precari e velocizzeremo assunzione dai concorsi”. Dalle assunzioni al docente tutor. INTERVISTA ESCLUSIVA [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri