Aumenti stipendiali, per i docenti 85 euro. Rinunceresti al bonus 500 euro per cifra più alta?

Stampa

Mancano circa 500 milioni di euro per far sì che l’aumento medio degli stipendi dei docenti arrivi a quella cifra a tre zeri che è stata promessa ad inizio mandato dal Ministro Fioramonti.

Allo stato attuale, i fondi disponibili per gli oltre 800mila docenti in servizio garantirebbero un aumento medio di 74 euro, cui aggiungere 11,50 euro di elemento perequativo, per un totale di 85,5 euro di media di aumenti. Mentre gli aumenti per gli altri comparti della Pubblica Amministrazione si aggirano intorno ai 96 euro.

Una cifra lontana da quella promessa ad inizio mandato dal Ministro Fioramonti. D’altronde, lo stesso Fioramonti si era detto preoccupato, intervistato dalla nostra redazione, per la mancanza dei fondi da lui richiesti per il rilancio dell’istruzione in Italia.

“Il processo di redazione della legge bilancio – ci ha detto – è complesso, siamo in fase evolutiva, confido che nelle prossime settimane si possano trovare risorse importanti per la scuola, l’università e la ricerca.”

Di quanto sarebbe l’aumento necessario per raggiungere gli aumenti a tre cifre di cui parliamo? All’appello mancano circa 500milioni di euro.

Tra le ipotesi al vaglio, quella dell’utilizzo del bonus 500 euro per la formazione dei docenti, il cui ammontare si aggira intorno ai 350 milioni di euro.

Si tratterebbe, quindi, di spostare questi fondi per gli aumenti stipendiali, lasciando, quindi l’aggiornamento all’iniziativa finanziaria dei singoli docenti..

Saresti d’accordo?

Stampa

Come fare educazione civica Digitale: dagli ambienti digitali alle fake news, dal Sexting alla netiquette. Corso con iscrizione e fruizione gratuite