Aumenti stipendiali, mancano ancora circa 10miliardi per avere 85 euro

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ieri Padoan ha presentato il Documento di economia e finanza anticipando che la cifra raggiunta per gli aumenti stipendiali è di 2miliardi di euro.

Bastano? Per mantenere la promessa sottoscritta tra governo e sindacati lo scorso novembre, la cifra procapite di aumenti per gli impiegati pubblici dovrà essere di 85 euro di media. La distribuzione avverrà in base al “merito”.

Per consentire questa media, il Governo dovrà stanziare, secondo i calcoli dell’ANSA, complessivamente tra i 2,8 e i 2,9 milioni di euro, sommandosi ai fondi già messi da parte.

Siamo ancora lontani da quegli 85 euro che lo stesso Ministro Fedeli considera come “pochi”, ma a quanto pare si rischia di non raggiungere la cifra base promessa.

Un timore già espresso dal sindacato Anief: “A tutt’oggi, quindi, i fondi già disponibili arriverebbero a coprire appena 36-37 euro lordi: dire che è una miseria, dopo nove anni di blocco contrattuale, è poco. A queste condizioni – conclude Pacifico – è evidente che non bisogna accettare la proposta ma andare di corsa in tribunale, per chiedere pure gli arretrati”

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief