Aumento stipendi docenti e ATA: 1000 euro medi solo per il personale di ruolo, per i precari retribuzione calcolata da gennaio

WhatsApp
Telegram

Il Ministro della Funzione Pubblica, Paolo Zangrillo, ha delineato i contorni del rinnovo del CCNL 2022-2024 durante l’incontro con i sindacati del 19 ottobre 2023.

Tra le misure spicca l’annuncio di un emolumento straordinario di circa 1.000 euro medi per i lavoratori del settore dell’Istruzione e più in generale del settore pubblico, da erogare entro Natale, come segnala la Flc Cgil.

L’emolumento in questione rappresenta un incremento dell’indennità di vacanza contrattuale, funge da anticipazione per gli aumenti spettanti nel 2024. Per sostenerlo, è stato steso un decreto ad hoc che stanzia immediatamente 2 miliardi di euro. A questi si aggiungeranno, con la prossima legge di bilancio, ulteriori 3 miliardi nel 2024 per completare gli aumenti stipendiali relativi al rinnovo contrattuale.

Tuttavia, l’erogazione di questo emolumento riguarda solo il personale di ruolo, lasciando fuori i lavoratori precari, che nella sola scuola sono circa 200.000. Per questi ultimi, l’aumento verrà calcolato a partire da gennaio 2024.

Zangrillo: “170 euro in più per tutti”

La Legge di bilancio ha stanziato risorse per i rinnovi dei contratti dei dipendenti pubblici per “un incremento medio in busta paga che sarà di 170 euro per tutti, pari al +6%. I medici avranno sicuramente di più”. Così il ministro per la Pubblica Amministrazione, Paolo Zangrillo al termine dell’incontro a palazzo Vidoni con 13 sigle sindacali, in rappresentanza di categorie del pubblico impiego e confederazioni, dove si è discusso di rinnovi contrattuali per la tornata 2022-2024 e di politiche legate alla Pubblica amministrazione.

“Per scaricare i costi sul 2023 e non gravare sul 2024 che sarà un anno complicato daremo un anticipo di 2 miliardi entro dicembre, magari prima della tredicesima. Si tratta di un anticipo che riguarda la parte dello Stato e, qualora ci saranno le risorse, anche per gli enti territoriali”. 

“Ci stiamo predisponendo per partire con il negoziato a gennaio, dopo l’approvazione della legge di bilancio, con un occhio di riguardo alla sicurezza, difesa, sanità ed enti locali” ha aggiunto il ministro spiegando di voler invertire la cronologia delle trattative all’Aran che in genere partono dal comparto dello Stato. “Questa volta invece che prima lo Stato, partiamo dagli enti locali” ha sottolineato.

Aumento stipendio docenti e Ata, indennità di vacanza contrattuale e anticipi una tantum. Decreto Fiscale in Gazzetta Ufficiale

DECRETO-LEGGE 18 ottobre 2023, n. 145

Misure urgenti in materia economica e fiscale, in favore degli enti territoriali, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili (GU Serie Generale n.244 del 18-10-2023)

Cinque miliardi per il rinnovo dei contratti nella Pa

Confermati i cinque miliardi per i rinnovi dei contratti della pubblica amministrazione, a cui si aggiungono circa 2,5 miliardi destinati al personale medico sanitario. Si dispone, per il mese di dicembre 2023, l’incremento, a valere sull’anno 2024, dell’indennità di vacanza contrattuale per il personale con contratto di lavoro a tempo indeterminato, salva l’effettuazione di eventuali successivi conguagli.

Nel settore scolastico, i benefici saranno calibrati in base all’anzianità e al ruolo, con un range che va da 829,2 euro a 1.228,1 euro per i docenti delle scuole superiori, a seconda dell’esperienza. Nel settore sanitario, gli anticipi variano da 657,6 euro per un operatore di base fino a 1.516,4 euro per un medico.

Anticipo di vacanza contrattuale (cifra in grigio) più anticipo lordo una tantum (cifra in blu)

fonte grafico Il Sole 24 Ore

L’esempio con “alta anzianità” riguarda il personale in servizio da 28-34 anni, quello con “bassa anzianità” il personale in servizio da meno di 8 anni

50 milioni per le scuole paritarie

Si incrementa, per l’anno 2023, il contributo statale alle scuole dell’infanzia paritarie previsto dalla legge di bilancio per il 2022, pari a 50 milioni.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo. Corso online per il superamento della prova scritta e orale: promozione Eurosofia a soli 70€