Aumenti stipendi docenti: da 63 a 108 euro lordi per 13 mensilità. Tutte le cifre

WhatsApp
Telegram

Firmata nel pomeriggio dell’11 novembre l’Ipotesi di CCNL sui principali aspetti del trattamento economico del personale del comparto Istruzione e ricerca – triennio 2019-2021 tra Aran e le Organizzazioni rappresentative del comparto. L’accordo permette di erogare l’anticipazione della parte economica che interessa 1.232.248 dipendenti dei settori scuola, AFAM, università ed enti di ricerca.

Per i docenti, gli incrementi medi lordi ammontano a 101 euro al mese, con un incremento superiore al 4,2%.

Il contratto consente la corresponsione, entro la fine del 2022, di arretrati per 2.450 euro medi a docente.

Nelle tabelle allegate all’ipotesi di CCNL le cifre che spettano ai docenti, per 13 mensilità:

Agli insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria aumenti che vanno da 63 euro (gradone 0-8) a 93 euro (con anzianità di servizio da 35)

Agli ITP aumenti da 63 a 96 euro

Ai docenti della scuola secondaria secondaria di I grado aumenti da 69 a 103 euro

Agli insegnanti laureati di scuola secondaria di II grado aumenti da 69 a 108 euro

La nuova retribuzione tabellare annua da 1° gennaio 2021 è pertanto:

Con il conglobamento dell’elemento perequativo, le cifre sono:

C’è infine da considerare la RPD, Retribuzione professionale docente, per 12 mensilità:

IPOTESI CCNL e TABELLE

WhatsApp
Telegram

TFA SOSTEGNO VIII CICLO: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove