Aumentati del 7% in 7 anni i congedi parentali dei papà. L’Italia si avvicina così agli standard europei

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Boom in Italia dei “papà babysitter” in congedo parentale per accudire i neonati, dopo la maternità obbligatoria della madre.

I padri che hanno beneficiato del permesso sono stati circa 44.400 nel 2015 (ultimo anno disponibile), ormai una coppia ogni sette, contro i 19.586 del 2008.

La quota è salita dal 7% dei genitori nel 2008 al livello record del 15% nel 2015. L’Italia si avvicina così agli standard europei.
È quanto emerge da una ricerca di UHY Italy, network che raggruppa società di consulenza fiscale, revisione e consulenza del lavoro.

In Italia negli ultimi 8 anni fra i lavoratori dipendenti sono stati oltre 240.000 i padri che hanno beneficiato del congedo parentale, contro quasi 2 milioni di donne. Nonostante il calo delle nascite, il numero annuale di permessi è cresciuto nel tempo, passando da 263.000 del 2008 ai quasi 300.000 del 2015.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare