Aumentare gli stipendi e assumere 55mila precari con 3 anni di servizio. Turi, UIL: non è sanatoria

Stampa

“Siamo qui in pieno agosto e siamo in emergenza” afferma Turi, segretario della UIL scuola, in occasione della conferenza stampa indetta oggi da UIL, SNALS, FLCGIL, GILDA, CISL.

“Aumentare stipendi di tutti i lavoratori della scuola”, questo quanto ribadisce il segretario oggi a Roma insieme agli altri sindacati per chiedere a Conte di rispettare l’intesa firmata alla vigilia delle elezioni per superare il precariato del personale docente e ATA, compresi facenti funzione DSGA e aumentare gli stipendi dei docenti.

Per quanto riguarda il precariato, Turi chiede di dare una risposta ai precari, quei 55mila con tre anni di servizio, che devono essere immessi in ruolo.

Sulla polemica se questo piano elaborato insieme al Governo sia o meno una sanatoria, il segretario è netto, “non è vero che sia una sanatoria, stiamo cercando di dare un respiro profondo al sistema”.

Precariato, se Conte non rispetterà accordo sarà sciopero generale

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa