Aule sovraffollate, a rischio salute alunni

di Lalla
ipsef

La senatrice Alessia Petraglia, capogruppo di Sinistra, Ecologia e Libertà in commissione Istruzione, commenta i dati presentati dall’ultimo rapporto di Save the Children "Che l’educazione sia un importante strumento di emancipazione sociale e che le scuole debbano essere luoghi sicuri, non ci sono dubbi, peccato che la realtà sia un’altra: gli edifici di tante scuole sono ancora fatiscenti e poco sicuri per la salute degli alunni.

La senatrice Alessia Petraglia, capogruppo di Sinistra, Ecologia e Libertà in commissione Istruzione, commenta i dati presentati dall’ultimo rapporto di Save the Children "Che l’educazione sia un importante strumento di emancipazione sociale e che le scuole debbano essere luoghi sicuri, non ci sono dubbi, peccato che la realtà sia un’altra: gli edifici di tante scuole sono ancora fatiscenti e poco sicuri per la salute degli alunni.

E’ bene che di questo ne tenga conto anche il ministro Lorenzin che auspica obiettivi strategici condivisi per garantire la salute di bambini e ragazzi". 

"A seguito dei tagli – prosegue – anche le aule sovraffollate rappresentano un grave problema, perché oltre ad essere antigieniche e insicure, causano negli studenti anche uno scarso rendimento scolastico e invalidano la qualità del servizio offerto nel Piano dell?Offerta Formativa (POF). L?errata formazione delle classi, incide inoltre, sulla determinazione degli organici causando una forte riduzione del numero complessivo dei docenti".

"Nel calcolare il numero delle classi è necessario, nel rispetto della normativa, attenersi al tetto massimo di alunni previsto per locale, mentre in presenza di studenti certificati gravi la classe non può superare le 20 unità. E’importante ricordarlo – conclude Petraglia – perché non si può parlare di questi temi solo di fronte a notizie di cronaca nefasta, abbiamo un dovere come Legislatori e cittadini di far rispettare la Legge".

Versione stampabile
anief
soloformazione