Aula ritinteggiata dai genitori, tra i papà l’ex ministro Fioramonti: “Una bella storia, ma anche di sopravvivenza. Mi ero dimesso per mancanza fondi e siamo sempre fermi lì”

WhatsApp
Telegram

In due giorni hanno ritinteggiato le pareti e sistemato l’aula e così gli alunni sono potuti rientrare a scuola dopo le vacanze estive in una scuola rinnovata. A Orizzonte Scuola racconta la storia dell’istituto comprensivo di Frascati (Roma), l’ex ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca del governo Conte II, Lorenzo Fioramonti. Tra i papà che si sono rimboccati le maniche per rimettere a posto l’aula c’era anche lui nel weekend del 9-10 settembre prima del rientro fra i banchi degli studenti.

L’aula era in condizioni pessime, la maestra era scoraggiata e ci ha chiesto di aiutarla. Così in un fine settimana noi papà ci siamo messi insieme e abbiamo ritinteggiato. E’ stato poi donato un armadio, abbiamo rimesso a posto le viti, i banchi e adesso l’aula è molto carina” racconta Fioramonti.

“Siamo tutti molto sgomenti per la situazione insostenibile in cui la scuola italiana continua a versare: mancano i finanziamenti infrastrutturali, oltre che sull’organico – riflette – Alla fine anche un ex ministro si rimbocca le maniche e va a tinteggiare. Purtroppo questo è lo stato della scuola italiana: o mandavamo i figli in una classe mezzo diroccata, sporca e davvero poco ospitale o ci rimboccavamo le maniche. Tra l’altro tutto in pochissimo tempo: i bambini dovevano rientrare a scuola il 13 settembre e noi abbiamo ritinteggiato il weekend prima in due giorni. E’ una bella storia, di genitori e insegnanti che si applicano, ma è anche una storia di sopravvivenza, di resistenza, e lo dice il ministro che si è dimesso per la mancanza di fondi e siamo sempre fermi lì“.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri