Atto vandalico in un liceo a Roma: scritte fasciste con riferito alla strage di Acca Larentia. La preside: “Servono le telecamere”

WhatsApp
Telegram

La città di Roma è stata scossa da un episodio che ha riacceso discussioni e preoccupazioni legate al fascismo. Il 7 gennaio, in occasione dell’anniversario della strage di Acca Larentia avvenuta 46 anni fa, un raduno ha avuto luogo nei pressi dell’ex sede del Msi. Testimoni hanno riferito di centinaia di persone vestite di nero e di saluti romani, suscitando una vasta ondata di reazioni indignate.

La situazione ha assunto toni più allarmanti nella notte tra l’8 e il 9 gennaio, quando un liceo di Roma, situato vicino ai luoghi del raduno, è stato teatro di un atto vandalico. Sulla facciata della scuola sono comparse scritte a caratteri fascisti e una croce celtica, con un riferimento esplicito ad Acca Larentia. Fortunatamente, questi simboli sono stati rimossi prima dell’entrata degli studenti a scuola.

La dirigente scolastica dell’istituto ha espresso una sorta di rassegnazione, evidenziando come episodi simili siano frequenti data la vicinanza a via Acca Larentia. Gli atti lasciano un’impronta negativa sulla scuola, contraria ai suoi valori e al suo impegno educativo. La preside ha sottolineato l’importanza della collaborazione con le istituzioni per la rimozione di tali simboli e la necessità di aumentare i controlli e le misure di sicurezza, come l’installazione di telecamere.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri