Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

Attività didattiche interdisciplinari ed esempi di unità didattiche (brevi e lunghe)

Stampa

L’insegnamento interdisciplinare può essere considerato, e di fatto lo è, un approccio ambizioso da usare in classe. Richiede creatività e, congiuntamente, attitudine alla sperimentazione, Ciò permette di realizzare attività in modo semplice e, certamente, più accattivanti e più coinvolgenti.

Queste includono:

  • Miglioramento del pensiero critico 

Gli studenti dovrebbero migliorare le proprie capacità di analisi utilizzando approcci forniti da diverse discipline.

  • Migliore riconoscimento dei preconcetti

Per risolvere un problema che richiede un approccio interdisciplinare, gli studenti devono in genere utilizzare le informazioni radicate in una serie di prospettive.

  • Organizzazione di situazioni problematiche

L’uso di abilità e conoscenze di diverse discipline è da considerare la migliore pratica per risolvere le situazioni problematiche anche al di fuori delle mura scolastiche.

Di seguito sono riportate dieci attività ed esempi di insegnamento interdisciplinare.

Qual è l’approccio interdisciplinare?

Il metodo di insegnamento interdisciplinare si basa sulla presentazione, agli studenti, di situazioni problematiche e di temi educativi e formativi per affrontare i quali o rispondere ai quali è necessario possedere specifiche abilità e conoscenze che vanno al di là delle semplici conoscenze legate alla materia.

A seconda del grado d’istruzione e dell’ordine scolastico, o dell’area di competenza, può essere necessaria la collaborazione di altri colleghi, di uno o più dipartimenti diversi, per creare un percorso di tipo interdisciplinare dove non deve esistere la primogenitura disciplinare.

Indipendentemente da ciò, lo scopo della pedagogia dell’interdisciplinarietà è quello di incoraggiare gli studenti a stabilire interconnessioni tra discipline e tra educazioni. Nell’interconnessione la capacità di coesistenza di stili comportamentali, educativi, formativi, relazionali e comunicativi diversi.

Quindi, come si può insegnare usando l’approccio interdisciplinare?

Lo stile di istruzione, in genere, assume la forma di un’intera unità didattica, ma ci sono anche esercizi di classe e brevi attività che possono essere disposti e programmati come mono-interventi. Cercheremo di fornire alcuni esempi che, in questo caso, suggeriamo siano sviluppati sotto forma di unità didattiche. Ben inteso che altra cosa sarebbe (cosa auspicabile e consigliabile) un curriculo interdisciplinare e (cosa meravigliosa e utile) verticale.

Attività interdisciplinari facili e veloci (esempi di UDA)

1. Analisi delle notizie

È consigliabile iniziare la lezione con un esercizio che fornisca soluzioni interdisciplinari nel mondo reale.

Per avviare l’esercizio, è necessario, nel caso specifico proposto, riprodurre un clip di notizie che discute di un argomento locale, nazionale o internazionale. Quindi, inviare agli studenti una domanda correlata da risolvere individualmente o in gruppo.

Ad esempio, la clip può riguardare la chiusura di un negozio. Fenomeno da analizzare utilizzando competenze e concetti legati a diverse discipline. Compito del docente è quello di invitare gli studenti a stabilire una nuova posizione ideale per questo argomento. Un incipit diverso, rimodellato, riprogrammato. Gli alunni possono offrirsi volontariamente per presentare le loro soluzioni, rispondendo alle domande dei compagni di classe. L’importante è fuoriuscire dallo schematismo disciplinare.

2. Amici della penna

Personalizzare la lezione di storia sviluppando abilità creative di scrittura nel processo storico e di successione degli eventi. Questo il punto start per questo nuovo impulso interdisciplinare.

Ogni studente assume il ruolo di una figura storica e scrive a un compagno di classe degli eventi che lo turbano o che caratterizzano il suo tempo e le difficoltà deve affrontare. Attingendo a risorse come video e libri di testo, l’esercizio consente allo scrittore di elaborare contenuti di argomenti diversi e pertinenti. Diciamo che uno studente assume il ruolo di Galileo Galilei. Lui o lei potrebbe scrivere delle scoperte del polimero, sviluppando la conoscenza della matematica e di altri argomenti nel processo.

3. Palestra di matematica

Combinare matematica e scienze con l’educazione fisica offrendo lezioni continue che siano in grado di spiegare ed esplorare determinati movimenti. Questo il nuovo impegno interdisciplinare. Ricordiamoci che sono esercizi, di facile esecuzione, in vista di un impegno che coinvolga l’intero curriculo dell’istituto.

Diciamo che è tempo di praticare salti lunghi o “salti in lungo”. Si potrebbe approfondire brevemente la fisica e la meccanica del corpo, usando una molla per illustrare l’applicazione al ribasso della forza. Quindi, gli studenti potrebbero esercitare le loro abilità matematiche stimando e misurando la distanza percorsa. Queste dimostrazioni e queste attività potrebbero, anche, essere integrate da lezioni sul sollevamento, sul lancio, facendo interagire studenti potenzialmente interessanti alla matematica e alla fisica ma che (per esempio) non amano la palestra. Quale migliore occasione per promuovere un avvicinamento allo sport?

4. Viaggiatore del mondo

Lasciare che gli studenti pianifichino le vacanze, sviluppando le loro abilità di ricerca mentre si immergono su argomenti fondanti le svariate discipline.

Bisognerebbe designare il tempo per lo studio (dedicato allo studio) indipendente in una biblioteca o in una sala computer, affinché gli studenti lavorino per creare itinerari di un viaggio verso le loro destinazioni ideali. Il prodotto dovrebbe, ad esempio, includere informazioni su:

  • Punti di riferimento e loro significati storici
  • Cibi popolari, piatti e cucina predominante
  • Lingue o dialetti parlati nell’area o nel paese
  • Eventi culturali dell’area geografica o del paese

Questa attività interdisciplinare si prestano a lezioni di una seconda lingua. Ad esempio, gli studenti potrebbero scrivere itinerari in francese per un viaggio a Parigi o Montréal. Per concludere l’esercizio, puoi esplorare alcune destinazioni con la tua classe utilizzando tecnologie come Google Earth.

5. Torre pendente

Rafforzare l’ultima attività (quella relativa al “Viaggiatore del mondo”), approfondendo più argomenti legati al viaggio. Bisognerebbe chiedere agli studenti di esaminare uno dei monumenti più famosi d’Italia (o di qualunque Stato estero).

Questo esercizio si potrebbe caratterizzare, ad esempio, da una ricerca sulla Torre Pendente di Pisa. In particolare, potrebbe comportare:

  • Indagare la fisica o sulla struttura della torre, determinare se o quando cadrà
  • Esplorare la storia e il significato culturale della torre per Pisa e la Toscana
  • Sviluppare un itinerario per un viaggio a Pisa, simile all’ultima attività
  • Stabilire un budget per il viaggio

Per alcuni alunni, quelli per i quali c’è necessità di potenziare le competenze, puoi prevedere di segmentare l’attività in esercizi distinti e consentire agli studenti di lavorare in gruppo.

6. Incentivi economici, sociali e morali: quali?

Gli affari, la filosofia e gli studi sociali in quali rapporti sono con questa attività introspettiva?

L’esercizio prende il via dividendo gli studenti in piccoli gruppi e l’aula in tre stazioni. Ogni gruppo dispone di un totale di 1.000 euro, che devono scegliere di spendere nelle “stazioni sociali”. Ogni “stazione sociale” ha una categoria unica di carte che tu, come docente, hai pre-creato, che rappresentano un chiaro incentivo ad una scelta (una non vale l’altra, in questo caso). Un incentivo economico potrebbe essere quello di ottenere un trasporto più veloce a scuola per euro 150, mentre un incentivo sociale potrebbe essere quello di ospitare una festa per euro 200. Un incentivo morale potrebbe essere quello di fare una donazione di beneficenza per euro 100. Una volta che ogni gruppo ha speso euro1.000, conta gli acquisti per vedere quale stazione ha venduto più incentivi.

Questo apre la porta a due esercizi di riflessione. In primo luogo, come classe, discutere su come ogni gruppo ha speso i suoi soldi. In secondo luogo, chiedi a ogni studente di scrivere perché ha investito in incentivi specifici.

7. Nuovi ambienti di apprendimento

Introdurre nuovi ambienti di apprendimento utilizzando uno studio sul campo all’aperto come base per un’unità breve.

Come ogni unità che utilizzi un approccio interdisciplinare, deve essere radicata in un centro organizzativo – un focus o uno scopo definito. Ad esempio, lo studio sul campo può concentrarsi sulla ricerca di insetti e animali locali. Quindi, puoi basare la tua unità sull’esplorazione di un tema specifico relativo alla fauna selvatica. Gli studenti potrebbero:

  • Leggi e valuta poesie rilevanti sull’ambiente
  • Scrivi profili sulla fauna selvatica
  • Guarda e discuti documentari sugli animali
  • Ricerca e consegna indagini e studi sul come determinati ambienti sostengono la fauna selvatica.

Per avviare la parte, in aula, dell’unità didattica, è possibile avviare una discussione sul campo collegata alle lezioni passate.

8. Tutto sul tempo

Collegare la scienza agli studi sociali presentando un’unità che esplori l’impatto del tempo.

Molti curricoli di scienze possiedono già unità sul tempo e l’atmosfera, che puoi integrare chiedendo agli studenti di verificare come influenzano le società. Ad esempio, esamina diverse regioni e paesi, esaminando come il clima influenzi il lavoro, l’agricoltura e la cultura. Gli studenti possono fornire prodotti che descrivono come il tempo ha storicamente modellato la vita e l’ecologia nell’area.

9. Più di un libro…

Rendere più memorabile il corso di lettere o di italiano esaminando i contesti sottostanti un libro, eseguendo esercizi di coinvolgimento educativo-emozionale mentre lo leggi.

Ogni libro si presta ad attività interdisciplinari uniche. Inizia dissezionando l’impostazione. Ad esempio, se le azioni sono ambientate nel passato, gli studenti possono ricreare le scoperte scientifiche dell’epoca realizzando piccoli mulini a vento o semplici telescopi. Il tema di un libro può anche attingere a diversi argomenti. Diciamo che stai leggendo George Orwell. È possibile impostare “stazioni” di apprendimento che ruotino attorno alle ideologie politiche del tempo. Per un approccio spensierato, gli studenti possono rievocare scene tratte da romanzi ricchi di dialoghi, mettendosi nei panni dei personaggi.

10. Preparazione del test senza studio

Preparare gli studenti per un esame o test standard, che potrebbero dover sostenere nella vita, dando indicazioni sul come prepararsi, offrendo loro metodi da utilizzare. Eccellente impegno formativo.

Indipendentemente dalla struttura specifica, le lezioni e le attività di questa unità dovrebbero basarsi su una domanda guida: “Oltre allo studio, quali sono i modi migliori per prepararsi per un test?”

L’insegnante potrebbe concentrarsi su stress, sonno, alimentazione, ascolto attivo e altri fattori che influenzano le prestazioni dell’alunno. Per definire e completare l’unità didattica o di apprendimento (se la leggiamo dal punto di vista dell’allievo), ogni studente può fare la presentazione di una ricerca su una tecnica di preparazione allo studio in caso di esami. Meraviglioso modo per autodefinire percorsi e processi, tecniche di studio e di apprendimento. L’autoanalisi e l’autovalutazione, dunque.

Didattica interdisciplinare: cos’è, come far interagire le discipline, come costruire un modulo – Corso con iscrizione e fruizione gratuite

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì