Attività di recupero dal 1 settembre, forse retribuzione straordinaria per docenti. Granato, Ministro sciolga nodo

WhatsApp
Telegram

La Senatrice Granato interviene sull’argomento rilasciando una dichiarazione all’Adkronos, definendolo un nodo da dipanare in vista della ripresa delle attività in presenza a partire dal primo di settembre.

“I corsi andrebbero a colmare gap formativi generati dall’interruzione precoce della didattica in presenza”. Il gettone ai docenti dunque “dovrebbe prevedere ulteriori risorse a disposizione delle scuole o rientrare nella attività ordinaria. In questo ultimo caso i corsi non sarebbero retribuiti come attività extra-curriculari”.

Secondo la Senatrice, il nodo sarà sciolto quando saranno pubblicate le linee guida che usciranno in settimana. “La scuola in presenza riaprirà sicuramente – garantisce la senatrice – Si è individuata come data condivisa insieme alle regioni il 14 settembre dunque dal primo settembre potranno anche iniziare le attività di recupero che si svolgeranno nel rispetto delle linee guida ministeriali per la riapertura, in corso di elaborazione e secondo modalità gestionali lasciate all’autonomia delle scuole”.

“Resta da chiarire se le attività saranno da considerarsi curriculari o extracurriculari. Se cioè rientreranno nell’attività ordinaria o

straordinaria”. Questione che riguarda una eventuale retribuzione docenti, che non dovrebbe gravare sulle risorse ordinarie dei singoli istituti”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur