Argomenti Guide

Tutti gli argomenti

Atti e documenti pubblicati su internet da parte delle istituzioni scolastiche: trasparenza sì, ma rispettando la privacy. Il vademecum del Garante della Privacy

WhatsApp
Telegram

Il Garante della Privacy ha aggiornato il vademecum dedicato alle scuole, affrontando diverse problematiche legate alla vita quotidiana all’interno degli istituti.

Per garantire la conformità alle normative sulla pubblicità e trasparenza della pubblica amministrazione, le scuole di ogni livello devono adempiere a una serie di requisiti. È essenziale che gli istituti scolastici prestino particolare attenzione affinché le informazioni che dovrebbero rimanere riservate non siano rese accessibili o mantenute online per un periodo di tempo superiore a quello consentito. Ciò comporterebbe un rischio per la privacy e la dignità delle persone a causa di un’interpretazione errata delle normative o di distrazione semplice.

In particolare, per agevolare l’applicazione corretta delle normative sulla pubblicità e trasparenza della pubblica amministrazione, il Garante ha fornito indicazioni e chiarimenti sin dal 2014 attraverso le “Linee guida sul trattamento dei dati personali, compresi quelli presenti in atti e documenti amministrativi, effettuato per scopi di pubblicità e trasparenza online da soggetti pubblici e altri enti obbligati” (attualmente in fase di aggiornamento).

La pubblicazione su Internet di atti o documenti che contengono informazioni personali, come graduatorie, circolari e determinazioni, deve avvenire nel rispetto dei principi generali di protezione dei dati. È necessario valutare la legittimità della diffusione online dei dati personali, verificando che tali dati siano “appropriati, pertinenti e limitati” rispetto alle finalità istituzionali perseguite.

Altrimenti, tale diffusione potrebbe compromettere la riservatezza individuale, specialmente nel caso di persone vulnerabili come i minori o i lavoratori.

Per i documenti non liberamente accessibili online, rimangono valide le norme che regolano i requisiti, i limiti e le condizioni di accesso (si veda la legge n. 241 del 1990 e il d.lgs. n. 33 del 2013).

La scuola a prova di privacy – Vademecum ed. 2023

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo. Segui un metodo vincente. Non perderti la diretta di oggi su: “Intelligenza emotiva, creatività e pensiero divergente”