ATA: tutte le attività “extra” devono essere pagate come attività aggiuntive

WhatsApp
Telegram

Personale ATA: le attività aggiuntive sono oggetto di contrattazione di istituto. Fondamentale il lavoro delle RSU. 

Un  nostro lettore chiede

Svolgo il collaboratore scolastico terza fascia contratto al 30.06.2020 da l 5 settembre, io lavoro dalle 13 alle 19 in quanto il pomeriggio ci sono corsi di musica ora vorrei sapere in quanto il mio compito e di sorveglianza alla porta oltre a pulire quando arrivo diverse aule, se quando vi sono altre attivita’ tipo consigli o altri progetti che prevedono riunioni dei professori se e mio compito dover prepare le aule ed riordinare visto che sto di sorveglianza alla porta in quanto gli alunni dei corsi vanno e vengono in continuazione, ed inoltre arrivano due tre giorni alla settimana gli alunni della scuola difronte la nostra che vanno in palestra ed io devo aprire la palestra ed le porte del magazzino attrezzi, ed vorrei sapere se e giusto perche’ qui non si fa una riunione per discutere la contrattazione sugli incetivi. vi ringrazio anticipatamente renzi Antonio

di Giovanni Calandrino – Gentilissimo, la risposta deve essere fornita dal contratto integrativo del suo istituto.

Tutte le attività “extra” devono essere incentivate e pagate come attività aggiuntive, le consiglio di sentire le RSU del suo istituto in modo da chiarire i suoi dubbi.

In ogni caso il suo DSGA, a inizio anno scolastico, ha redatto un piano annuale delle attività del personale ATA, lo consulti perché le attività da lei esposte nel quesito devono essere dichiarate anche nel suddetto piano.

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA